I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo sito. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. [ Leggi dettagli ]

Link sponsorizzati

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La scelta di una password sicura è un aspetto di fondamentale importanza, soprattutto per accedere a servizi in rete protetti; infatti, oltre a creare una chiave per accedere al sistema, si deve individuare un codice che sia difficilmente intercettabile, affinchè nessuno possa scoprirlo e utilizzarlo per scopi fraudolenti o di disturbo. 

Password

NDR
Di seguito vengono illustrate alcune semplici regole che tutti gli utenti dovrebbero osservare per essere certi di scegliere una buona password.


Scelta della password 

La tentazione più forte è quella di scegliere un nome facile e breve; invece è indispensabile attuare un compromesso tra l'importanza dei dati protetti e una password che può richiedere qualche sforzo in più nella ricerca della sua codificazione, che possa essere anche meno semplice da ricordare. 

Queste sono alcune linee guida indispensabili da seguire per trovare la miglior password possibile:

  • scegliere una password di una lunghezza non inferiore agli 8 caratteri;
  • non utilizzare parole di senso compiuto usate comunemente: esistono numerosi applicativi software freeware che, basandosi su dizionari internazionali, verificano tutte le parole caricate fino ad individuare quella corretta;
  • tenere a mente che le password più sicure contengono numeri, lettere(minuscole, maiuscole) e simboli. Ci sono più di sei quadrilioni di possibili varianti per una password di otto caratteri con numeri, simboli e lettere minuscole e maiuscole. Ad esempio, se scelgo come password "mondo" posso creare una password molto sicura inserendo prima, dopo o all'interno, un numero: mondo433, 433mondo, mon433do e così via. I numeri e i simboli posizionati tra le lettere (o viceversa) aumentano il numero di combinazioni possibili per un determinato carattere, questo rende più sicura l'intera password;
  • evitare i nomi dei propri figli, del coniuge o di un animale domestico, la data di nascita personale, le date di nascita dei parenti più stretti, e tutte quelle parole che derivano da informazioni personali facilmente ottenibili da malintenzionati (social network, blog e altrove);
  • verificare la sicurezza di una password utilizzando un qualsiasi motore di ricerca (es. Google): se restituisce meno di 10 risultati, hai trovato una password sicura;
  • non usare una password che contenga parte dell'ID utente o dell'indirizzo e-mail;
  • non utilizzare la stessa password per numerosi servizi on-line.
    Il miglior consiglio è utilizzare una password esclusiva per ciascun account.
    Minimo indispensabile è scegliere una password esclusiva per servizi importanti quali account email e account per sevizi bancari online, ecc.
    Sebbene sia un ottimo metodo per non dimenticarla, alla fine la probabilità che venga identificata aumenta in maniera esponenziale. Ogni volta che dovete scegliere una password, inventatene una differente. Se usate la stessa password per il pc, per la posta elettronica, i vari giochi, gli account dell'ufficio e i database aziendali, la banca, c'è un'altissima probabilità che qualcuno venga a conoscenza di una delle vostre password. Un malintenzionato trovata la password di un servizio, proverà l' utilizzo della stessa in altri vostri servizi.



Protezione della password

Tutti i consigli sopra esposti, se applicati, rendono sicura la navigazione. Ma definire e utilizzare una password sicura è un punto di partenza che deve necessariamente proseguire con una corretta conservazione.

Chiavi

 
Una volta scelta la password, si dovrebbero seguire questi criteri per assicurarsi che nessuno la scopra:

  • non digitare la password in presenza di estranei, che magari si trovano alle vostre spalle mentre la componete sulla tastiera. Un occhio attento può seguire i movimenti e memorizzare la password;
  • non trascrivere la password su un foglio di carta, nè in altro luogo;
  • non archiviarla in un file di un pc;
  • non rivelare ad altri la propria password;
  • non memorizzare la password nei tasti funzione di un terminale;
  • modificare la password di tanto in tanto: l'uso costante e abitudinario della solita password è un comportamento rischioso;
  • Assicurarsi che le opzioni di ripristino della password siano aggiornate e sicure:
    n relazione al servizio, aggiorna regolarmente l'indirizzo email di recupero in modo da poter ricevere email per reimpostare la password. Se crei una domanda personale, cerca di formulare una domanda di cui solo tu conosci la risposta. La risposta non deve essere intuibile dagli altri tramite una ricerca tra le informazioni che hai pubblicato online su profili di social network, blog e altrove. Se ti viene chiesto di scegliere una domanda da un elenco di opzioni che include, ad esempio, la città dove sei nato, tieni presente che queste domande sono meno sicure. Metti in pratica i suggerimenti sopra elencati o cerca comunque di trovare un modo per rendere esclusiva la tua risposta, in modo tale che se anche qualcuno riuscisse a indovinare la risposta, non saprebbe inserirla in modo corretto;
  • sconsigliato effettuare l' accesso a servizi importanti da computer pubblici.
  • quando si utilizza un computer pubblico è bene accertarsi che non vi siano keylogger hardware o software installati nel computer: il keylogger è uno strumento di Sniffing in grado di intercettare tutto ciò che un utente digita sulla tastiera del proprio, o di un altro computer.

    Esistono due tipi di keylogger:
    • Keylogger hardware
      vengono collegati al cavo di comunicazione tra la tastiera ed il computer o all'interno della tastiera, nell' ultimo caso risultano del tutto invisibili.
    • Keylogger software
      programmi che controllano e salvano la sequenza di tasti che viene digitata da un utente

    Poiché esistono alcuni tipi di keylogger non intercettabili, Il rimedio più comune e sicuro per bypassare tale strumento è utilizzare la "tastiera sullo schermo" presente in tutti i sistemi operativi;
  • non memorizzare password nel browser, eliminare tutti i dati di navigazione dal browser del computer in uso, in special modo se pubblico e quindi non di privato possesso;
  • possedere un antivirus funzionante e regolarmente aggiornato, eseguire periodiche scansioni al sistema in uso.
Ho scritto e condiviso questo articolo su WORCOM, fallo anche tu. Invia ora un nuovo articolo!
Autore: Antonio Liggieri
Esperto di computer e in sicurezza informatica, webmaster, webdesigner, webdeveloper e webmarketer. Sono il fondatore di WORCOM. Amo l'informatica, le arti marziali e il bodybuilding.


Ho anche scritto:

Link sponsorizzati