I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo sito. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. [ Leggi dettagli ]

Link sponsorizzati

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Cos'è GNU/Linux

Linux è una famiglia di sistemi operativi di tipo Unix-like aventi la caratteristica comune di utilizzare come nucleo il kernel Linux. Molte importanti società come: IBM, Sun Microsystems, Hewlett-Packard, Red Hat, Canonical e Novell hanno sviluppato e sviluppano un sistema Linux.

Grazie alla portabilità del kernel Linux sono stati sviluppati sistemi operativi Linux per un'ampia gamma di computer, dai personal computer, ai cellulari, dai tablet computer e console, ai mainframe e ai supercomputer ed esistono sistemi Linux installabili anche come server.

Linux VS Windows


Il suo sviluppo è sostenuto da un'associazione senza fini di lucro, ovvero la Linux Foundation.

Linux, in realtà, è il nome del kernel sviluppato da Linus Torvalds a partire dal 1991 che è stato utilizzato come base per la realizzazione di vari sistemi operativi, in particolare molti progetti open source hanno scelto di sviluppare sistemi operativi con kernel Linux e software sviluppato dal progetto GNU, tutti questi sistemi vengono però comunemente chiamati con il nome del loro kernel (Linux) senza specificare di che tipo è il resto del software utilizzato. L'utilizzo della parola Linux è da attribuire a Ari Lemmke, l'amministratore che rese per primo disponibile Linux su Internet via FTP nel 1991.
Secondo Richard Stallman, fondatore del progetto GNU, e secondo la Free Software Foundation, la dicitura Linux (senza prefisso "GNU/") per i sistemi operativi che utilizzano software GNU sarebbe erronea, in quanto il nome Linux è attribuibile al solo kernel e il sistema, strutturato a partire dai componenti dell'originale progetto GNU, dovrebbe più propriamente chiamarsi GNU/Linux.

Secondo altri e secondo l'uso della maggior parte degli utenti e degli sviluppatori e delle società coinvolti nello sviluppo del sistema operativo e del software ad esso collegato, il nome Linux è ormai divenuto sinonimo di sistema "Linux based", cioè di sistema basato sul kernel Linux.

Sebbene non sia insostituibile per questo scopo, è anche il sistema operativo più comunemente usato per eseguire Apache, MySQL e PHP, i software alla base della maggior parte dei server web di tutto il mondo.

Le iniziali di questi tre progetti, insieme all'iniziale della parola Linux, hanno dato origine all'acronimo LAMP.

Con l'evoluzione di ambienti desktop come KDE e GNOME, sono state sviluppate distribuzioni che offrono un'interfaccia grafica simile a quella di Microsoft Windows o di Mac OS X, più vicina alle esigenze degli utenti meno esperti, rendendo il passaggio da un sistema all' altro meno traumatico.


Caratteristiche Linux

Le sue peculiarità sono legate alle seguenti caratteristiche:

  • Multi-utenza;
  • Interattività;
  • Multi tasking.


La multi-utenza.

Può essere immaginata come un appartamento, in cui accedono diversi utenti, ma il loro controllo è relativo solo alle proprie stanze, mentre il proprietario possiede tutte le chiavi per accedere ad ogni stanza.


L'interattività.

Propria dei S.O. di ultima generazione. Interattivo = che interagisce, che fa seguire una risposta in base a determinate azioni. Immaginiamo il clic del mouse, che avvia un' applicazione.


Il multi-tasking.

Si riferisce ai processi. Per rendere l'argomento di facile comprensione, proviamo a pensare ad un dato momento, in cui sul nostro Pc sono stati aperti Word, Excel, un gioco e contemporaneamente stiamo ricevendo posta con Outlook Express. Abbiamo aperto dunque quattro programmi, cui il processore si dovrebbe dedicare contemporaneamente, ed infatti, all'apparenza è questo che accade. Tuttavia, il processo (task) che innestiamo quando passiamo da un programma ad un altro, fa si che il processore possa alternare sapientemente il tempo (in milli secondi) che deve dedicare ad ogni programma.


Stabilite dunque le peculiarità di Linux e, che il suo kernel ha subito miglioramenti notevolissimi ed oggi è al pari di Windows se non migliore, un perfetto e semplicissimo Sistema Operativo, adatto a tutte le utenze desktop, vediamo i motivi per il quale Linux è migliore di Windows.


Perchè Linux è migliore di Windows?

Distribuzioni gratuite.
A differenza di Windows ogni distribuzione è open-source ed ognuno di noi è libero di installarla e utilizzarla senza dover acquistare nulla.

La stragrande maggioranza dei software sono gratuiti.
Vi sono milioni di validi software che sostituiscono i programmi in windows (non gratuiti).

Le distribuzioni Linux sono completamente personalizzabili.
Una delle caratteristiche più belle dell’Open Source, e dei sistemi Linux, è che si può cambiare tutto quello che si vuole su di esse, dato che si hanno i mezzi per farlo. Se non vi piace GNOME o KDE come ambienti desktop, è possibile installarne tanti altri, come XFCE, Fluxbox, Openbox eccetera. Scavando più in profondità, se si hanno le competenze per modificare il codice sorgente, è possibile cambiare completamente alcune funzionalità di software e sistemi operativi e, nel caso di grandi risultati, si potrà condividere la modifica con il resto del mondo che sicuramente apprezzerà.

Le distribuzioni Linux sono amiche degli sviluppatori.
Che vuol dire? Chiunque studia informatica, può capire quanto sia importante programmare con Linux e su Linux. Le distribuzioni Linux forniscono molti strumenti utili agli sviluppatori per la creazione di software e interi ambienti di sviluppo davvero fondamentali per i maggiori linguaggi di programmazione esistenti. Detto questo, si sente veramente che l’ambiente Linux è stato progettato pensando anche agli sviluppatori (basti pensare che alcuni progetti, come gcc, vengono forniti di default da alcune distribuzioni).

Maggiore sicurezza.
La prima motivazione per la quale Linux sia più sicuro di Windows risiede nel suo sistema di permessi: dato che Windows dà di default permessi amministrativi e (le distribuzioni) Linux no, il secondo è vincente.
Siamo tutti d’accordo sulla questione: minori diritti implicano minor impatto del malware in caso di exploit.
La seconda motivazione che favorisce i sistemi Linux in quanto a sicurezza è la loro bassa percentuale di diffusione tra i desktop: minor diffusione, minor disponibilità di malware creato appositamente per tale sistema. E ciò corrisponde senz’altro a verità, pur di non considerare il malware creato non tanto per il sistema operativo, quanto per i programmi che più diffusamente in esso girano (esempio lampante: i browser).
Infine, essendo Linux un sistema open source (oltre che free), il suo codice può essere esaminato da molte più persone, e molte persone scoprono i bug sulla sicurezza in maniera molto più veloce (ed evitano che un security hole in un sistema chiuso possa rimanere nascosto per anni ad esclusivo vantaggio di chi l’abbia casualmente scoperto).

Linux funziona su vecchi hardware.
Se si guardano i requisiti di sistema di Windows 7, vi accorgerete che richiede molto spazio e una discreta quantità di RAM per funzionare egregiamente. Pertanto, penso che sia giusto dire che non sarà possibile ottenere un’esperienza molto piacevole cercando di farlo funzionare su una macchina che ha dieci anni. Sul campo di Linux, tuttavia, vi accorgerete che esistono distribuzioni che funzionano bene anche su hardware datato. Addirittura, in genere, il vecchio hardware è anche meglio supportato.

Linux ha una forte comunità.
Potete scegliere di utilizzare Ubuntu, Slackware,Gentoo, Fedora, Arch Linux o qualsiasi altra distribuzione Linux: ognuna di esse disporrà di una vastissima comunità in grado di aiutarvi sempre su ogni problema. Per non parlare degli appassionati che, come me, cercano di divulgare notizie e dare una mano a queste comunità.


Ritengo questi punti più che sufficienti.
In conclusione vorrei terminare con una frase, che sicuramente la maggior parte conosceranno, che definisce il suo perchè: “Problem in Windows? Reboot. Problem in Linux? Be root“.

Ho scritto e condiviso questo articolo su WORCOM, fallo anche tu. Invia ora un nuovo articolo!
Autore: Antonio Liggieri
Esperto di computer e in sicurezza informatica, webmaster, webdesigner, webdeveloper e webmarketer. Sono il fondatore di WORCOM. Amo l'informatica, le arti marziali e il bodybuilding.


Ho anche scritto:

Link sponsorizzati