I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo sito. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. [ Leggi dettagli ]

Link sponsorizzati

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Anche durante l'installazione, Windows inizia a cercare in Internet, affamato di ogni briciolo di connessione. Una volta connesso, Windows molto gentilmente scarica gli aggiornamenti, così da rendere più fluido il funzionamento del vostro PC. Altri motivi sono meno cordiali: Windows si collega a Microsoft per verificare che non stiate installando una copia pirata del sistema operativo.

Windows 8.1 è così web-dipendente che contiene due browser web, entrambi chiamati Internet Explorer. Uno funziona nella schermata Start, l'altro "abbraccia" la solita finestra del desktop.

Internet


Tutti hanno bisogno di tre cose per connettersi a Internet: un computer, un programma, chiamato browser e un provider Internet (ISP).

Avete già il computer, che si tratti di un tablet, un portatile o un PC fisso, e Windows include un paio di browser. Internet Explorer nella schermata Start fornisce informazioni rapide, mentre Internet Explorer nel desktop offre strumenti più approfonditi.

Questo significa che molte persone devono trovare solamente il provider. Mentre la musica può viaggiare gratuitamente attraverso l'etere fino alla vostra radio, per il lusso della navigazione web dovrete pagare un ISP (Internet Service Provider). Quando il vostro computer si connette ai server del provider, Windows trova automaticamente Internet, e siete pronti per navigare.

Scegliere un provider è piuttosto facile, perchè si è solitamente vincolati a quelli disponibili nella propria area geografica. Chiedete ai vostri amici e vicini di casa come si connettono e quale ISP consigliano. Chiamate diversi provider che servono la vostra zona per valutare i diversi prezzi.

Sebbene i provider vendano l'accesso alla Rete, voi non dovete sempre pagare. Alcuni luoghi condividono gratuitamente il loro accesso a Internet, solitamente tramite una connessione wireless. Se il vostro notebook o tablet supporta una connessione wireless, e la maggior parte lo fa, potete navigare nel Web ovunque vi troviate, entro la portata di un segnale wireless gratuito (spiego le connessioni wireless nel prossimo articolo).

Pochi provider fanno pagare per minuto di connessione, la maggior parte costa dai 15 euro ai 100 euro mensili per un utilizzo illimitato (alcuni offrono anche connessioni più rapide, ma a prezzi più alti). Assicuratevi di conoscere la vostra tariffa prima di saltare a bordo, o la sorpresa a fine mese non sarà per niente piacevole.

Gli ISP vi consentono di connettervi a Internet in diversi modi. Il provider più lento ha bisogno di un modem analogico e una normalissima linea telefonica. La più rapida è ancora la connessione a banda larga: le connessioni ADSL o la fibbra ottica, offerte dalle compagnie telefoniche. Quando scegliete il vostro provider per la banda larga, la vostra posizione geografica condiziona le opzioni e la velocità di connessione disponibili.

Dovete pagare il vostro provider per una sola connessione a Internet. Potete condividere la connessione con altri computer, telefoni cellulari, TV e qualunque altro dispositivo collegabile a Internet della vostra casa o del vostro ufficio.

Ho scritto e condiviso questo articolo su WORCOM, fallo anche tu. Invia ora un nuovo articolo!
Autore: Antonio Liggieri
Esperto di computer e in sicurezza informatica, webmaster, webdesigner, webdeveloper e webmarketer. Sono il fondatore di WORCOM. Amo l'informatica, le arti marziali e il bodybuilding.


Ho anche scritto:

Link sponsorizzati