I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo sito. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. [ Leggi dettagli ]

Link sponsorizzati

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Collegare il decoder o il ricevitore digitale terrestre e satellitare alla TV

Il decoder o decodificatore, è una tipologia di componente utilizzato nell'elettronica digitale. La sua funzione è opposta a quella dell'encoder: in base alla combinazione dei bit presenti ai suoi ingressi, attiva una corrispondente combinazione di bit sulle linee di uscita.

Non esiste differenza tra decoder e ricevitore ma esiste differenza fra digitale terrestre e digitale satellitare.

La televisione satellitare o televisione via satellite, o anche TV satellitare o TV via satellite, è la televisione che giunge agli utenti per mezzo di onde radio emesse da trasmettitori posti su satelliti per telecomunicazioni geostazionari. In Italia il maggior emittente di televisione satellitare a pagamento è Sky.
La televisione è diffusa agli utenti attraverso reti per telecomunicazioni che possono utilizzare metodi di trasmissione diversi in diversi tratti della rete. In base al metodo di trasmissione utilizzato nel tratto di rete che giunge all'utente la televisione si distingue infatti in televisione terrestre se il metodo di trasmissione utilizza onde radio emesse da trasmettitori posti sulla superficie terrestre, in televisione satellitare se il metodo di trasmissione utilizza onde radio emesse da trasmettitori posti su satelliti per telecomunicazioni geostazionari, in televisione via cavo se il metodo di trasmissione utilizza un cavo per telecomunicazioni.

La televisione digitale terrestre, in sigla TDT o DTT, spesso anche abbreviata in digitale terrestre, è la televisione terrestre rappresentata in forma digitale. Da un punto di vista tecnico infatti l'informazione televisiva è un'informazione racchiusa in un segnale elettrico e in quanto tale può essere rappresentata in forma analogica o in forma digitale. Nel confronto tra la trasmissione analogica e quella digitale dei canali televisivi valgono le stesse considerazioni che possono essere effettuate in generale sul confronto fra tecnologie analogiche e digitali: i segnali analogici sono maggiormente soggetti a disturbi, in quanto il ricevitore non ha modo di distinguere una variazione di segnale dovuta a disturbo da un reale contenuto informativo; viceversa, il segnale digitale è per sua natura immune ai disturbi fintantoché rimangono di lieve entità. Tuttavia, mentre il segnale analogico degrada in modo continuo e, anche se fortemente disturbato, presenta comunque un contenuto almeno in parte comprensibile a un osservatore umano, il segnale digitale, invece, diventa indecifrabile oltre una certa soglia di disturbo e perde qualsiasi valore di informazione.

I principali aspetti positivi rispetto alla trasmissione analogica sono :

  • un maggior numero di canali disponibili, grazie a tecniche di compressione dati che permettono di occupare solo 1/5 circa della larghezza di banda utilizzata per la trasmissione di un canale analogico;
  • una migliore qualità immagine/audio, grazie a tecniche di codifica di canale che lo rendono meno soggetto alle interferenze rispetto al segnale analogico, al prezzo di una quasi completa illeggibilità al di sotto di una certa soglia di potenza ricevuta;
  • la possibilità di veicolare contenuti video e audio con formato (16:9) e qualità molto simili ai DVD;
  • la possibilità di trasmissione di audio, multiplo e quindi, per esempio, in multilingua;
  • la possibilità di trasmissione ad alta definizione e anche come se essa fosse un cinema tridimensionale.

 

Il collegamento

Se il tuo televisore è vecchio non devi per forza buttarlo o usarlo come fermacarte, puoi vedere il digitale terrestre e/o satellitare acquistando un decoder o ricevitore oppure, se ti sei convinto all' acquisto di un nuovo televisore, acquista un modello di ultima generazione con tuner digitale satellitare e/o terrestre integrato. In tutti i nuovi televisori troverai il tuner digitale terrestre ma, non in tutti quello satellitare.

Collegamento

Il collegamento è facile e non comporta nessuna eccessiva perdita di tempo :

  • rimuovi il cavo dell' antenna dal tuo vecchio televisore e collegalo nella presa RF IN del tuo decoder digitale terrestre;
  • collega il televisore al decoder digitale terrestre mediante la presa scart, collegando una estremità in un alloggio libero del tuo televisore e l' altra estremità nella presa TV SCART disponibile nel ricevitore digitale terrestre;
  • collega la spina dell' alimentatore del ricevitore alla presa di corrente e collega l' altra estremità nella presa DC IN 5V;
  • il collegamento è ultimato, per iniziare ad utilizzare il decoder, collegati nel canale AV corrispondente alla presa SCART del televisore;
  • per il solo primo utilizzo, procedi alla sintonizzazione automatica seguendo la procedura guidata;
  • utilizza il canale AV per vedere la televisione e cambia i canali utilizzando il telecomando corredato al decoder digitale terrestre.


Ricorda che per vedere i canali devi collegarti al canale AV e per cambiarli puoi usare solo il telecomando del decoder digitale dirigendolo verso quest' ultimo e non verso la televisione.
Se acquisti un televisore di ultima generazione, come su indicato, questo avrà il decoder digitale terrestre integrato, collega l' antenna nell' alloggio riservato nel televisore ed effettua la sintonizzazione automatica seguendo la procedura guidata.

Ho scritto e condiviso questo articolo su WORCOM, fallo anche tu. Invia ora un nuovo articolo!
Autore: Antonio Liggieri
Esperto di computer e in sicurezza informatica, webmaster, webdesigner, webdeveloper e webmarketer. Sono il fondatore di WORCOM. Amo l'informatica, le arti marziali e il bodybuilding.


Ho anche scritto:

Link sponsorizzati