I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo sito. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. [ Leggi dettagli ]

Link sponsorizzati

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Google non poteva farsi mancare i droni

Google annuncia il suo nuovo progetto sperimentale per velocizzare la consegna di pacchi in tutto il mondo; il progetto che si chiama Project Wing prevede un UAV predisposto alla mansione di fattorino volante cioè un aeromobile a pilotaggio remoto, comunemente chiamato drone, caratterizzato dall' assenza del pilota a bordo controllato dal computer del velivolo (posizionato in prossimità della sezione di coda), sotto il controllo remoto di un navigatore o pilota.

GoogleX


Il progetto è ancora in fase sperimentale nei laboratori Google X e la possibilità che si concretizzi effettivamente richiederà ancora qualche anno d'altronde, l' FAA (autorità statunitense che sovrintende e regolamenta lo spazio aereo a uso civile) ha dichiarato parere negativo sull'uso e la proliferazione dei droni.

Il Google X Lab, noto anche come Google X, è una struttura segreta gestita da Google Inc. e supervisionato da Sergey Brin, uno dei co-fondatori di Google, si pensa che si trovi in qualche luogo della Bay Area nel nord della California.
Si tratta di un fantomatico laboratorio di ricerca, dove vengono studiati progetti futuristici come :

  • Google driverless car, un'automobile controllata totalmente da un computer;
  • Project Glass, occhiali dotati di realtà aumentata;
  • Project Loon, palloni aerostatici in grado di far arrivare la connettività laddove non è disponibile neanche quella mobile.


Tra gli esperti che si sono occupati del Project Wing – una dozzine di persone al lavoro - troviamo Nicholas Roy, progettista di robot per il MIT che lavora da tre anni alla concretizzazione dei droni. Egli ha spinto affinché Google adottasse un design ibrido per i droni (anche se, essendo ancora un prototipo, quello attuale non è sicuro che venga adottato come finale), combinando ali fisse (apertura di 1,5 metri) ed elementi da elicottero (quattro eliche a trazione elettrica) in modo che il drone potesse decollare verticalmente qualora fosse necessario, pesa poco meno di 9 chili e dovrebbe far parte del pacchetto finale il sistema di sgancio guidato fino a terra dei pacchi il cui funzionamento viene dimostrato nel video promozionale diffuso da Google.

Il prototipo, come tale, non è sicuro che mantenga il design e le caratteristiche presentate : il computer di bordo è posizionato in prossimità della sezione di coda, mentre l' alimentazione è vicina alla parte anteriore; a bordo ci sono GPS, telecamere e un sensore di misura inerziale fatto di accelerometri e giroscopi per consentire al drone di capire in che modo è posizionato.

Ecco il video introduttivo sul Progetto Wing diffuso da Google in cui viene dimostrato il funzionamento dei droni :


La commercializzazione si sta evolvendo, gli acquisti su internet sono sempre più in primo piano, la velocità di consegna è un aspetto molto discusso e Google è interessato a farne parte o acquisire una posizione di vantaggio in questo cambiamento.
Il progetto rivoluzionario è nella stessa linea di pensiero dei droni-corriere sviluppata da Amazon con Prime Air ma, tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare : passeranno probabilmente alcuni anni prima di vedere il drone di Google o altri nei cieli, anche perché tuttora rimangono molti dettagli ignoti e incompleti per non parlare, in materia di voli, della regolamentazione dei voli nel mondo, spesso molto rigida che dovrà necessariamente essere aggiornata per dar il via a questa nuova era di voli commerciali robotizzati.

Ho scritto e condiviso questo articolo su WORCOM, fallo anche tu. Invia ora un nuovo articolo!
Autore: Antonio Liggieri
Esperto di computer e in sicurezza informatica, webmaster, webdesigner, webdeveloper e webmarketer. Sono il fondatore di WORCOM. Amo l'informatica, le arti marziali e il bodybuilding.


Ho anche scritto:

Link sponsorizzati