I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo sito. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. [ Leggi dettagli ]

Link sponsorizzati

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

E’ finito il tempo dei semplici braccialetti usati come ornamento, nell’ era dell’ hi tech non poteva essere altrimenti.

Non c’è che l’ imbarazzo della scelta, ne esistono già diversi di varie utilità.
Tap tap, ad esempio , consentirà tramite vibrazione, di comunicare con un altro braccialetto. La funzione sarà gestita da un app da installare su uno smartphone.

Chi ama lo sport, invece, può scegliere tra i vari activity tracker, braccialetti che con i loro sensori diventano veri e propri personal trainer.
Collegandoli ad uno smartphone o ad un computer possono registrare una moltitudine di dati: calorie bruciate, chilometri percorsi, e tanto altro.

Bracciale

Tra le aziende che si sono buttate sul mercato degli activity tracker c’è il colosso Nike con il suo braccialetto fuelband (che però si collega solo con dispositivi apple), la jawbone con il jawbone up capace di avere numerose funzioni, riesce infatti addirittura a valutare la qualità del sonno, può gestire l’apporto calorico dei cibi e i valori nutrizionali e per finire sveglia i più accaniti sedentari rimasti a letto invece di allenarsi, scusate se è poco.

Altro activity tracker è il fitbit force che ha il vantaggio di possedere anche un display.
Si sa che la competizione porta sempre alla ricerca del miglioramento, cosi un altro punto di forza del fitbit è la possibilità di creare classifiche tra i vari utilizzatori.

L’unione tra tecnologia e salute non si ferma qua, infatti è in progetto wristify, un bracciale capace di regolare la temperatura corporea di chi lo indossa.
Wristify funzionerebbe trasmettendo impulsi alla pelle. Se diventasse realtà ogni persona potrebbe regolare la temperatura corporea in base alle proprie necessità.

Non poteva certo mancare l’idea di un bracciale che semplifichi la vita degli internauti, sempre costretti a modificare e ricordare password complesse.
Presto arriverà in aiuto il bracciale nymi, nuova frontiera della sicurezza per autenticarsi in rete, nymi infatti funziona tramite il tracciato cardiaco del proprietario.
Saranno tempi duri per i ladri di password.

Si ringrazia Fabio Tricomi del contributo

Ho scritto e condiviso questo articolo su WORCOM, fallo anche tu. Invia ora un nuovo articolo!
Autore: Antonio Liggieri
Esperto di computer e in sicurezza informatica, webmaster, webdesigner, webdeveloper e webmarketer. Sono il fondatore di WORCOM. Amo l'informatica, le arti marziali e il bodybuilding.


Ho anche scritto:

Link sponsorizzati