I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo sito. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. [ Leggi dettagli ]

Link sponsorizzati

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Ecco come creare le vostre applicazioni per Android.
E se non sapete nulla di programmazione, ci sono siti che vi aiutano a creare app senza conoscere il codice

Programmare 

Android è una piattaforma software per smartphone e tablet realizzata dal consorzio noto come Open Handset Alliance, di cui Google è capofila e maggiore contributore, ed al quale aderiscono numerose aziende di grosso calibro, come Samsung, HTC, LG, Sony Ericcson, ASUS, Acer ed altre ancora. Il progetto è nato nel 2005, ha debuttato presso gli sviluppatori nel 2007 ed ha iniziato ad affermarsi presso il grande pubblico a partire dal 2009. Android, oggi, è un protagonista del mercato di smartphone e tablet. Nonostante il suo successo sia piuttosto recente, la sua storia è lunga e le sue fondamenta solide. Grazie alle strategie di Google, che si è tenuta vicina al mondo dell’Open Source, esiste oggi una comunità molto ampia di sviluppatori Android, estremamente produttiva e collaborativa, che altri sistemi mobili non possono vantare. Decine di migliaia di applicazioni sono state sviluppate, e molte altre ancora lo saranno nei prossimi tempi. Il sistema, sbarcato recentemente anche sul terreno dei tablet, è stabile e maturo, ed offre potenzialità molto ampie.

Android è, insieme, un sistema operativo, una piattaforma di sviluppo ed una collezione di software di base per l’utilizzo di un dispositivo portatile. Essendo un sistema di moderna fattura, è abbastanza complesso. Anche se il suo target sono i dispositivi mobili, l’architettura di Android ha poco da invidiare a quelle dei comuni sistemi per desktop o laptop.


La Linux Foundation ha avviato negli scorsi giorni un progetto davvero interessante: Android Programming for Beginners. Si tratta di un programma per imparare le basi della programmazione per Android, destinato a tutti gli appassionati che vogliono cimentarsi non tanto e non solo nella creazione di applicazioni, ma interfacciarsi direttamente con il proprio dispositivo. 

A chi non si sente in grado di affrontare un percorso del genere suggerisco di provare a costruire applicazioni senza imparare il codice. Le alternative ci sono e sono valide, benché questo resti sempre e comunque un punto di partenza. Una delle vie consigliate è sicuramente App Inventor, progetto nato all'interno dei Google Labs e poi migrato al MIT di Boston. Questo strumento aiuta a costruire applicazioni lavorando con moduli preconfezionati. Il MIT mette anche a disposizione tutto un percorso per imparare a programmare ricco di tutorial che guidano passo passo verso la creazione delle prime applicazioni. 


Ci sono poi servizi più semplici, con le limitazioni del caso, come Appsbuilder, in grado però di portarci in brevissimo tempo e attraverso del semplice drag&drop alla costruzione delle nostre applicazioni.


Link sponsorizzati